Pavimento con Autobloccanti: Cos’è e perché Realizzarlo?

pavimento con autobloccanti

Il pavimento con autobloccanti è un tipo di pavimentazione ideale per l’esterno, in particolare per cortili o viali d’ingresso.

La copertura consiste nell’inserire degli autobloccanti, ossia dei blocchi di calcestruzzo adiacenti gli uni agli altri, blocchi incastrati e che volendo possono formare delle geometrie e dei disegni particolari.

Prima di procedere con la posa degli autobloccanti occorre preparare preliminarmente il terreno da pavimentare.

Se il pavimento non è destinato a carichi pesanti, se quindi è destinato al solo uso dei pedoni e non come postazione delle autovetture, basterà livellare bene il terreno. Se invece il pavimento è destinato all’uso e al passaggio delle auto, occorre rinforzare il terreno scavando circa 15 cm e riempiendo questo spazio con del pietrisco compattato.

In questo modo il pietrisco si troverà tra il terreno e la pavimentazione, dando maggiore solidità e permettendo al pavimento di sostenere carichi di peso particolarmente pesanti come quelli delle autovetture. Vediamo ora i passaggi per la posa dei blocchi.

Richiedi un preventivo per i pavimenti autobloccanti 

Pavimento con Autobloccanti: Posa Autobloccanti

La posa degli autobloccanti è relativamente facile, tuttavia per ottenere un effetto estetico sorprendente, con geometrie particolari, e per rendere il pavimento solido, capace di reggere pesi molto importanti, è bene rivolgersi a esperti del settore come noi!

Per prima cosa bisogna preparare il fondo, eliminare detriti e erba dal terreno e livellare tutta la superficie, in modo che diventi liscia e omogenea.

A questo punto bisogna stendere uno strato di sabbia con uno spessore di circa 60-80 millimetri. Se avete bisogno di una pavimentazione più resistente, potete rinforzare il terreno con del pietrisco, come visto in precedenza.

Ora siamo pronti per la posa vera e propria, bisogna partire da un bordo per poi procedere verso l’interno. I blocchi di calcestruzzo devono essere appoggiati l’uno all’altro senza lasciare spazi. A mano a mano che procedete con l’applicazione dei blocchetti, mettete una tavola sopra la pavimentazione e camminate su di essa, in modo da uniformare il pavimento, facendo aderire meglio i blocchi allo strato di sabbia, senza rovinarlo.

Per finire, dovete compattare la superficie con un vibratore con piastra in gomma.

Versate la sabbia nelle piccole fessure tra un blocchetto e l’altro renderà l’intero pavimento ancora più stabile e solido.

Manutenzione della Pavimentazione con Autobloccanti

Per quanto riguarda la manutenzione della pavimentazione con autobloccanti, verificate dopo qualche settimana dall’installazione che tutti i blocchi siano ben fissati.

Se trovate qualche piccola irregolarità potete togliere i blocchetti più instabili e aggiungere della sabbia. Bisogna fare attenzione al pavimento con autobloccanti soprattutto quando si sono verificate forti piogge. L’acqua potrebbe portare via parte della sabbia, facendo muovere leggermente i blocchetti posti al di sopra.

Noi di Prima Linea siamo in grado di creare per le zone di Roma e provincia dei pavimenti con autobloccanti resistenti nel tempo e dai disegni geometrici sensazionali! Richiedete un preventivo gratuito e senza impegno!

 

Summary
Pavimento con Autobloccanti
Article Name
Pavimento con Autobloccanti
Description
Cos'è il pavimento con autobloccanti? Si tratta di una pavimentazione perfetta per l'esterno. Scopri i vantaggi!
Author
Publisher Name
Prima Linea srl
Publisher Logo