RISTRUTTURARE IL BAGNO A ROMA: TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE PRIMA DI INIZIARE I LAVORI

bagno modernoLa ristrutturazione del bagno è in assoluto l’intervento di ristrutturazione che crea più disagi per chi abita la casa. Il bagno è, infatti, un luogo fondamentale dell’ambiente domestico, deputato non solo alla cura dell’igiene personale ma anche al relax e al benessere. Proprio per questo, prima di iniziare qualsiasi tipo di lavoro occorre avere le idee ben chiare:

  1. Si tratta di un restyling o di una ristrutturazione completa?
  2. Le tubature e gli impianti sono a norma e ben funzionanti?
  3. I sanitari sono in buone condizioni o bisogna sostituirli?

Queste e molte altre, sono delle domande fondamentali per poter fare una stima preventiva dei costi e dei tempi necessari per la ristrutturazione del tuo bagno a Roma. Generalmente, una ristrutturazione completa del bagno non dura più di 7 giorni, proprio per evitare ulteriori disagi agli abitanti della casa, e comprende le seguenti fasi di lavorazione:

Smantellamento di pavimento e massetto

Si inizia con l’asportare il pavimento e si prosegue con lo smantellare il massetto, per raggiungere le tubature nascoste.

Impianto idraulico

Si procede con la sostituzione dell’impianto idraulico installando soluzioni più moderne come i tubi di scarico in PVC o polietilene, sempre tenendo a mente le caratteristiche e la posizione degli attacchi dei sanitari.

Impianto elettrico e pareti

Si sostituisce l’impianto elettrico ove necessario e poi si passa alla ristrutturazione delle pareti e dell’intonaco e alla posa delle piastrelle se previste nel progetto di ristrutturazione del bagno.

Posa nuovi pavimenti e montaggio nuovi sanitari

In questa fase si ripristina il massetto smantellato e poi si passa alla posa del pavimento. Durante questi lavori il bagno è inutilizzabile. Solo una volta completata la nuova pavimentazione si procede con l’istallazione dei nuovi sanitari.

Tinteggiatura finale

Questa la fase finale di tutta la ristrutturazione del bagno. La tinteggiatura è il tocco finale per completare il restyling del tuo nuovo bagno!

Quanto costa ristrutturare un bagno a Roma?

Come sempre, occorre prendere in considerazioni moltissime variabili. Tanti sono i fattori che determinano il costo di una ristrutturazione e fare una stima preventiva e accurata non è sempre facile.

1- Prima di tutto occorre calcolare la grandezza in mq del bagno. Più è grande maggiore sarà la quantità di materiali (vernice, stucco, piastrelle e pavimenti etc.) da acquistare.

2- In secondo luogo dobbiamo valutare la tipologia dei materiali scelti come rivestimenti. Che tipo di pavimento vogliamo posare? Laminato, ceramica cotto etc.. la scelta è ampia e ognuna avrà un costo diverso. Stesso discorso vale per le piastrelle.

3- Doccia o vasca? Idromassaggio, box doccia con piatto acrilico, sanitari sospesi etc… anche qui il mercato offre un ampissimo catalogo di possibilità adatte per soddisfare tutti i gusti. Anche qui i prezzi varieranno a seconda dei modelli e delle loro caratteristiche e incideranno sul costo finale della ristrutturazione.

Detrazioni fiscali e agevolazioni sulla ristrutturazione

Tutti i lavori per la ristrutturazione del tuo bagno a Roma che sono da considerarsi interventi di manutenzione straordinaria e di risanamento edilizio, possono usufruire di bonus e detrazioni fiscali. bagno di designL’acquisto e la posa dei materiali necessaria godrà dell’Iva agevolata al 10% (nel caso in cui posa e fornitura siano effettuati dalla medesima ditta). Si può beneficiare della detrazione fiscale sulle ristrutturazioni edilizie nel caso in cui si debba rifare l’impianto idrosanitario ed elettrico e altri interventi di manutenzione straordinaria (spostamenti di porte e tramezzi etc.). Possono rientrare all’interno dei lavori di ristrutturazione detraibili anche interventi manutenzione ordinaria considerati agevolabili ovvero necessari per procedere con altri interventi di manutenzione straordinaria. Per esempio, la sostituzione del pavimento del bagno rientra tra i lavori di manutenzione ordinaria e non è di per sé detraibile. Tuttavia se abbiamo necessità di rifare l’impianto idrosanitario, dobbiamo necessariamente smantellare prima il pavimento e il massetto esistente per procedere con i lavori. In questo caso lo smantellamento e la posa pavimenti possono rientrare tra i lavori detraibili.

È sempre consigliabile rivolgersi a un’impresa edile competente e affidabile che sia in grado di occuparsi anche del disbrigo degli aspetti burocratici.

Primalinea offre un servizio di ristrutturazione bagno a Roma serio ed affidabile. Professionisti esperti realizzeranno per te qualsiasi tipo di progetto, guidandoti nella scelta dei materiali, nell’ottimizzazione degli spazi e nello smaltimento delle pratiche burocratiche. Chiama subito per un preventivo gratuito e senza impegno oppure compila il modulo di contatto cliccando qui. Verrai immediatamente ricontattato da un tecnico professionista in grado di dar vita al restyling perfetto per il tuo bagno a Roma.